Laura Riccobono

Intervista a Laura Riccobono, da giornalista a imprenditrice

“Scegli il lavoro che ami e non lavorerai neanche un giorno in tutta la tua vita.”

Laura Riccobono

Ciao Laura! Grazie per aver accettato la nostra proposta di intervista! Ti puoi presentare brevemente a chi non ti conosce ancora e raccontarci del tuo percorso professionale?

Grazie a voi per avermi concesso questa intervista! Io arrivo da una formazione in ambito umanistico: laurea in scienze della comunicazione e tanta voglia di diventare giornalista. Dopo aver preso il tesserino come pubblicista ho lavorato per anni in alcune redazioni romane per poi approdare nell’ufficio stampa di un tour operator. Eppure con la fine dell’università e la voglia di costruirmi una famiglia qualcosa è cambiato e ho iniziato a sentire “stretta” la vita da ufficio. E così – a causa anche di un contratto non rinnovato per colpa del pancione che iniziava a spuntare dai vestiti – ho finalmente deciso di reinventarmi professionalmente.

Lalulalà concept store for babies and mums” è il mio negozio online, nato per far brillare idee in libertà, per poter costruire qualcosa che fosse su misura per me. Un vestito ben cucito – con alcune riparazioni fatte nel tempo, che spesso ancora corre dalla sarta per qualche piccola modifica… Ma che poi diventa sempre più perfetto e adatto alle mie misure. Lavorare da casa, lavorare per me. Questo ha significato il poter stare con le mie figlie senza dover declinare ad altri la responsabilità. Ha significato poter passare i pomeriggi a dormire abbracciata alle bimbe o a ritagliare lavoretti da appendere all’albero di Natale. Ha significato prendere davvero il possesso della mia vita e del mio lavoro.

Quando hai deciso di creare il tuo negozio online e come è nata questa idea?

Come dicevo Lalulalà è nato in un momento in cui mi sentivo cambiata nel profondo: quando sono diventata mamma per la prima volta ormai quasi 6 anni fa. Tutto ciò che vendo su Lalulalà è frutto di una selezione attenta e una scelta accurata: sono prodotti destinati alle mamme e ai bebè che difficilmente si trovano altrove. Per questo amo conoscere allo stesso modo i fornitori e i clienti, il modo da offrire una esperienza di condivisione e piacevolezza: un negozio che profumi di casa.

Tornerei indietro? Mai! Anche con una bimba in groppa, l’altra che disegna coi fogli della stampante e il marito che cucina di là e mi chiede se voglio la pasta o l’insalata per pranzo – questo è quanto di meglio potessi scegliere per me.

Puoi darci qualche numero per capire come si sono evolute le cose?

Sono partita cinque anni fa senza troppe aspettative ma con tanta voglia di riuscire a far innamorare le mamme dei prodotti proposti. Partendo da capitale zero con il mio gruppo Facebook come unica rete di vendita sono arrivata a fatturare oltre 50.000 euro l’anno con la vendita di prodotti destinati a mamme e bambini: arredi montessoriani in legno, fasce portabebè dal design esclusivo, giocattoli, gioielli e libri.

Quali sono le 3 qualità che consideri imprescindibili per una mamma imprenditrice?

La possibilità di gestire autonomamente il tempo, l’immedesimazione con il cliente finale e la volontà di non tralasciare la formazione continua.

Quali sono i momenti nel tuo lavoro che ti piacciono di più?

Mi piace tutto, davvero, ma se devo dire la cosa che preferisco è quella di preparare i pacchetti da spedire alle mie clienti. Cerco di metterci più cura possibile così da far vivere a chi apre i pacchettini di Lalulalà un’esperienza piacevole.

Nei giorni scorsi, hai lanciato un progetto innovativo che ha alla base l’uso della carta e il riciclo dei materiali per le attività ludiche dei bambini. Vuoi parlarcene?

Proprio così: è nata CartaBianca.
Un progetto che è nato nella mia testa durante i lunghissimi mesi di lockdown, quando inventare giochi nuovi per passare il tempo con i bambini era diventato quasi un ‘lavoro’.

Noi abbiamo deciso di dedicarci allo studio e alla manipolazione di un materiale apparentemente ‘povero’ come la carta… Che invece si è rivelato essere una “carta bianca” per la fantasia di mia figlia.

I materiali come la carta possono essere interpretati e manipolati in maniere così splendide e diverse che ho voluto mostrare a mia figlia tutte le sue possibili sfaccettature e i suoi possibili utilizzi.  Sono nati giochi dove a farla da padrone è la fantasia: mia figlia mi ha stupito perché ha saputo interpretare questi materiali in maniera così fantasiosa che sono rimasta incantata a guardarla.

Nessuna regola, con i set CartaBianca ognuno potrà approcciarsi a questi materiali come preferisce e come gli suggerisce la fantasia. Infatti, aprire una box CartaBianca significa immergersi in un magico mondo fatto di carta e di fantasia.
Ogni prodotto è stato pensato per stimolare immaginazione e creatività!
Trovate tutte le box e i set gioco in carta su www.lalulala.it/cartabianca.

Come, secondo te, ti “posizionerai” tra 5 anni?

Con una figlia alle soglie dell’adolescenza. E questo mi sembra già abbastanza per minare la mia sanità mentale! Ma ce la continuerò a mettere tutta, promesso!

Co-founder e Copywriter di Ca2, si occupa principalmente di sviluppare strategie di marketing finalizzate allo sviluppo della visibilità online e offline. Dopo la laurea in Organizzazione e Marketing per la Comunicazione d’Impresa e una passione per i social media, ha approfondito gli argomenti SEO e indicizzazione organica, riuscendo a trasformare i suoi interessi in lavoro.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.