Strumenti per lavorare da remoto

Lavorare da remoto: quali sono gli strumenti migliori?

In un anno come quello appena passato in cui tantissimi professionisti si sono adattati ad una nuova situazione fatta di uffici deserti o installati provvisoriamente in sala da pranzo o all’ingresso, lo smart working è ufficialmente diventato la nuova realtà lavorativa.

Per questo, noi di Ca2 Solution abbiamo deciso di fornirvi alcuni suggerimenti e svelarvi quali sono le piattaforme e gli strumenti online che possono rendere più facile e agevole lavorare da remoto.

Strumenti per lavorare da remoto

“Un pò per necessità, un pò per curiosità abbiamo individuato piattaforme di invio file, strumenti di videocall, tools per la condivisione dei documenti o per il calendario di lavoro – spiega Alessandra Caparrotta, CEO della agenzia di web marketing di Roma – che vogliamo condividere con i nostri lettori per rendere più agevole anche il loro lavoro d casa”.

Iniziamo dunque a visionare alcune piattaforme che possono diventare strumenti efficaci per lo smart working di professionisti ed impiegati che stanno continuando il loro lavoro da casa.

Lavorare da remoto: quali sono gli strumenti migliori?

Ecco quali sono gli strumenti migliori per lavorare da casa.

WeTransfer e HighTail

Entrambe queste piattaforme sono ottime per l’invio di file di grandi dimensioni. WeTransfer è forse tra le più conosciute di questo genere e permette l’invio e il download di file fino a 2GB nella versione gratuita e 200GB nella versione Pro.  Si tratta di una piattaforma intuitiva che può essere suggerita anche al cliente meno “smart” del proprio portfolio.

HighTail, invece, consente di inviare (nel periodo di prova di 3 mesi gratuito) file fino a 100GB che non devono necessariamente essere scaricati per essere visualizzati, ma possono essere commentati attraverso la piattaforma.

Skype e Slack

Si tratta di due strumenti per la messaggistica istantanea.

Skype è molto diffuso e conosciuto, facile da installare e utilizzare per chiunque, mentre Slack è più adatto per le web agency i cui dipendenti devono collaborare a distanza. Consente, infatti, una messaggistica diretta uno a uno oppure di gruppo all’interno di canali dedicati ad una tematica definita. Le conversazioni sono mirate e veloci ed è possibile rintracciare delle parti attraverso la ricerca per keyword.

Zoom e GoToMeeting

Proprio tutti, in questo ultimo anno, hanno avuto la necessità di una videochiamata tanto per lavoro quanto per trascorrere una serata virtuale in compagnia.

Zoom è stato senza dubbio il software più utilizzato. Consente videochiamate con un massimo di 100 partecipanti simultanei accedendo grazie ad un link o un ID.

GoToMeeting è una buona piattaforma di videocall free ma davvero ottima nella versione a pagamento: è possibile, infatti, creare riunioni istantanee grazie ad un link per collegarsi che può essere temporaneo o permanente (in caso di stanza condivisa). Inoltre è possibile registrare le riunioni e utilizzare gli strumenti di disegno quando si condivide lo schermo.

Conclusione

Scriveteci nei commenti quali strumenti avete utilizzato e se ne conoscete altri che possono essere utili per lavorare da remoto in maniera agevole.

35 anni, bis-mamma e imprenditrice. Da quando è nata la sua prima figlia è andata alla riscoperta delle sue passioni e si è ritrovata ad aprire un negozio dedicato a mamme e bebè. Quello a cui non può rinunciare? Una tastiera, un progetto, un biglietto aereo e un risveglio tutti e quattro nel lettone.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.